ASSOCIAZIONE LIBERI COSTRUTTORI DEL DOMANI..... per edificare un'altra Italia

fb button

Gli obiettivi del movimento

 manif prospettiva

Liberi Costruttori del Domani, che ha ormai da tempo superato la soglia dei 400 iscritti, compie oggi una scelta coraggiosa, quella di qualificarsi come soggetto politico, in un periodo in cui i cittadini si  allontanano dalla politica, la ritengono corrotta e lontana, si arrendono di fronte ad una situazione che reputano immodificabile e lo manifestano concretamente non andando più a votare. Mentre tanti responsabili di associazioni si affannano a mettere in chiaro che il loro sodalizio non "fa" politica,  siamo fieri di affermare: Noi ce ne occupiamo! Perchè vogliamo restituirle dignità! Quella  mostrata negli ultimi decenni non ha avuto niente a che vedere con ciò che avrebbe dovuto essere,  è raffrontabile ad un organismo geneticamente modificato tramite radiazioni a base di corruzione e mediocrità. 
La “nostra politica” è un’altra, è la polis di Aristotele, quell’area comune in cui tutti i cittadini si mobilitano per il governo della società, dove insieme lavorano per essere attori protagonisti lasciando allo stato il ruolo di comparsa. Non più uno stato invadente, oppressivo che tutto vuole e nulla dà, ma presenza discreta che  offre servizi finalmente adeguati. Alla base di ogni provvedimento, legge, disposizione, norma deve essere posta un’attenzione preferenziale alle istanze e alle necessità della gente. Nessun obiettivo prefissato da un governo può prescindere dall’assoluta precondizione di mettere al centro la persona. Ma per ripartire seguendo tale direzione è necessario scardinare democraticamente un modello di sistema, dando forti motivazioni di ritorno a chi non si reca più a votare.

Paghiamo ogni anno 800 miliardi di euro di tasse, cifra incontrovertibile e dimostrabile, 80% di pressione fiscale, ma lo stato si guarda bene dall’informarci come li spende. Quanto recuperato con la lotta all’evasione non viene mai restituito ai cittadini, ma  utilizzato per alimentare sprechi e malversazioni nelle pubbliche amministrazioni. Solo con l’Agenzia delle uscite, demandata al controllo dei gestori della spesa pubblica si potrà porre un argine alla dissipazione  senza tregua del denaro dei contribuenti.

Non possiamo tollerare più uno stato nemico che ci sottrae tutti i nostri averi, che prepara il prelievo forzoso dei nostri risparmi, che depenalizza i reati di furto e occupazione abusiva di abitazione, che fa entrare in Italia 2000 immigrati al giorno e ci obbliga a chiamarli profughi richiedenti asilo! Modelli ideologici vengono imposti a forza con l' obiettivo di condizionare le nostre coscienze e di dettarci gli atteggiamenti comportamentali, attraverso una cassa di risonanza chiamata RAI. Veniamo manovrati illecitamente tramite un mezzo di cui dobbiamo pagare il costo! Hanno comunicato in tutti i modi, tramite presentatori, attori, cantanti, registi,campioni dello sport, film, documentari, fiction, in modo ossessivo e a volte subliminale, che l’immigrazione era un fenomeno inarrestabile e che dovevamo entrare in sintonia con le abitudini dei nuovi ospiti, tollerarle, metabolizzarle, adeguarci. Tutto sbagliato! Hanno spacciato per verità rivelata opinioni di parte contestabili e criticabili! Dovevamo replicare, urlare a gran voce, che le persone entrate nel nostro territorio si devono adeguare ai nostri usi e costumi e non possono imporre e diffondere i loro, contaminando la nostra cultura e attaccando alla radice il nostro modo di essere!

A quegli Italiani rassegnati, sfiduciati, stanchi, convinti che niente sia mutabile rispondiamo: A poco oggi serve protestare, andare in piazza, è necessario ENTRARE NELLE ISTITUZIONI e cambiarle a fondo dal di dentro, invertendo la prospettiva nel rapporto cittadino stato, enormente sbilanciato a favore di quest’ultimo! Solo voi ce lo potete consentire ritornando in massa a votare, perché nonostante tutto, siamo ancora in una democrazia!

Riconquistiamo insieme la politica, non lasciamola ancora in mano a chi ha sbagliato tutto e ci  ha calato addosso un modello sociale ed economico invivibile!

 

Visitatori

Oggi21
Ieri31
Questa settimana105
Questo mese571
Totale77762
Giovedì, 13 Dicembre 2018 23:41

liberi-costruttori-del-domani-200

logo con foto 540x309

ASSOCIAZIONE LIBERI COSTRUTTORI DEL DOMANI
Sede: Ancona
quousquetandem@tiscali.it

Presidente: Carlo Negri  Visualizza curriculum